Written by  Gianluca Botti

20# IL PONTE REAL FERDINANDO

(0 votes)

“«I viaggiatori ne dicono che tal generazione di Ponti vien costumata da' Cinesi, e da' Peruani. I cinesi, però, ed i Peruani, non sono le nazioni le più culte della terra, e perciò i loro prodotti risentir debbono della debolezza de’ loro ingegni.»”

“Ma, ingegner Stile, è la nuova frontiera dell'ingegneria!”

“Non se ne parla! Fino a quando ci sarò io al Corpo Borbonico dei Ponti diavolerie del genere non se ne costruiranno!"

Fortunatamente il re Ferdinando I di Borbone, di parere opposto, diede incarico all’Ing. Giura di realizzare sul fiume Garigliano il primo ponte sospeso a catenaria d’acciaio d’Italia, il secondo al mondo!

I lavori, iniziati nel 1828, terminarono in quattro anni. Il 10 maggio 1832: il sovrano si pose al centro della campata e ordinò che sul ponte passassero due squadroni di lancieri al trotto e ben sedici traini d'artiglieria!

Il ponte ha una luce netta di 80,40 m. Il sistema di sospensione è costituito da due coppie di catene distanziate di 5,80 m.

Grazie al Re che non diede ascolto a quel reazionario dell’Ing. Stile e alla Comunità Europea che finanziò il restauro nel 1998, possiamo ancora oggi godere di questa meraviglia dell’ingegneria.

socialshare

share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6