Written by  Gianluca Botti

15# PONTE SAN MICHELE

(1 Vote)

Fuoco, ferro, vapore e ingegno! La Rivoluzione Industriale incalza! L’Italia contadina inizia a correre verso il progresso sulle strade ferrate che lentamente prendono a diramarsi per le campagne a unire città e fabbriche! Ostacoli non sono ammessi!

Il modernissimo treno a vapore che da Milano corre verso Bergamo trova sul suo percorso, a Paderno, la gola dell’Adda, una forra larga 266m e profonda 85m da superare alla “velocità vertiginosa di 45 km\h” (l’Eco di Bergamo) con un solo salto per lasciare il fiume navigabile.

È il 1887, a progettare il ponte ad arco parabolico con doppio impalcato, sopra carrabile e sotto ferroviario, è l’ingegnere svizzero Jules Röthlisberger. A tagliare, trasportare e montare, con 100.000 chiodi ribattuti, le 2500 t di ferro tedesco ci pensa la Società Nazionale Officine di Savignano.

Moduli pre-assemblati in officina vengono trasportati via ferrovia e montati in posizione tramite una funicolare azionata da una potente locomotiva a vapore.

Costo di questo gioiello della tecnica moderna 1.850.000 lire!

A Parigi, negli stessi anni, con la stessa tecnica, costruiscono una torre. Noi, più pratici, la nostra Tour Eiffel l’abbiamo costruita in orizzontale…

socialshare

share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6